lunedì 25 luglio 2016

MY BOOKSHELF: Bossman by Vi Keeland



RATE: 5 STARS


"Sometimes you don't know what you're missing until you find it."


Se dovessi fare il nome di un protagonista maschile pressoché perfetto, farei sicuramente il nome di Chase Parker, il bel capo della Parker Industries.
Vi Keeland è una maestra nel creare prototipi maschili perfetti, sexy, alfa, irriverenti, gentili, che non hanno peli sulla lingua quando si tratta di conquistare una donna. Insomma, uomini direi quasi impossibili da trovare nel mondo reale, tanto che preparerei subito le valige per trasferirmi a Keelandland.
Chase Parker, protagonista maschile di Bossman, incarna tutte queste caratteristiche e già dal primo incontro con Reese è difficile da passare inosservato. Sexy, occhi color cioccolato, fisico asciutto, tratti scolpiti. Parliamo poi di come si conoscono. Chase ascolta di nascosto una telefonata di Reese che chiede alla sua amica di salvarla da un appuntamento che sta facendo acqua da tutte le parti. Il bel Chase accusa subito Reese di essere un po' snob, poi, dopo alcuni botta e risposta tornano rispettivamente al proprio tavolo. Reese con il suo accompagnatore noioso che infila la madre in ogni frase, e Chase con una bionda rifatta.
Ed è qui che Cupido Keeland scoccherà la prima freccia. Come non innamorarsi di Chase che si auto invita al tavolo e di sana pianta inventa di essere un compagno di scuola di Reese? I dialoghi sono divertenti, fitti di doppi sensi che solo i due possono capire.




"Taking a deep breath, I pulled away with one last wave, wondering why it felt like I was leaving something important behind."

Quattro settimane dopo, Reese è in cerca di un nuovo impiego e destino vuole che si imbatta nuovamente in Chase all'interno di una palestra. Lui è a petto nudo, con i pantaloni ben calati sulla vita... insomma, potete immaginare. Vi ho poi detto che ha un piercing al capezzolo?



Reese verrà assunta nell'azienda di Chase ma metterà subito in chiaro le cose con lui: non vuole nessuna storia sul posto di lavoro. Questo però non fermerà Parker nel cercare di far crollare tutte le sue resistenze. I loro sentimenti, l'attrazione saranno in crescendo fin oltre la metà del libro. Mi sono ritrovata a ridere a crepapelle perché la sintonia tra i due è immediata e la Keeland con la sua narrazione fitta di botta e risposta la rende reale, tanto da non voler mollare il kindle da quanto ti stai divertendo.

"You didn't put up that wall to keep him out. You put it up to watch him break it down to get to you."


Finalmente avremo il sospirato primo bacio, ma a sorpresa ci sarà un twist che capovolge l'intera storia. Il cambio di tono, i temi trattati, rendono questa lettura un cinque pieno. Perché con la Keeland le risate sono assicurate, ma non manca mai di creare personaggi con un passato buio, difficile da lasciare alle spalle. Ho amato la scelta di alternare i pov, così da poter leggere il passato di Chase, per poter capire le sue motivazioni e le sue paure. Scoprire un Chase diverso dall'uomo sicuro di sé che impariamo a conoscere nei pov di Reese.

"What are you doing here, Chase?"
"Making your dreams come true, apparently."


Ho amato questo libri? TANTISSIMO!!! L'epilogo l'ho trovato eccezionale e Chase Parker da solo è un cinque stelle brillante.
Fan del romance, non dovete farvi sfuggire questo libro se leggete in inglese, altrimenti dovremmo pregare tutte assieme che qualche buon'anima di CE italiana porti in Italia Vi Keeland!













Nessun commento:

Posta un commento