mercoledì 5 ottobre 2016

MY BOOKSHELF: Transfer by Aly Martinez


RATE: 5 STARS


"What do you need, Clare?"
"You."


Retrieval (recensione qui) era finito con un cliffhanger pazzesco, di cui nessuno poteva averne il sospetto durante la lettura. Un colpo di scena che ci ha fatto fremere per leggere il seguito. E "OH MIO DIO!", Transfer non ha deluso le aspettative. Un suspance romance condito di tutti gli ingredienti principali per un ottimo romanzo: mistero, sensualità, romanticismo, dolore.
Ho amato Roman ed Elisabeth, la coppia centrale del primo volume, ma anche Clare e Heath hanno tenuto alta la mia attenzione.

"Somewhere along the line, being with them stopped being about an investigation and became everything to do with showing a little girl and her mother that there was a world that didn’t involve beatings and tears."

Clare Noir ha trascorso gli ultimi sette anni della sua vita intrappolata in un incubo. Il suo matrimonio è diventato la sua gabbia giornaliera e il suo unico desiderio è quello di vedere ogni giorno le 11:11, perché significa che è ancora viva. Sacrifica corpo, cuore e anima pur di salvare la vita di sua figlia dalle grinfie del marito, un uomo violento, possessivo, pericoloso.
L'unico spiraglio di luce è rappresentato da Heath Light.
Non sa che lui è mi missione per la DEA e si è avvicinato con una scusa a Clare pur di incastrare uno degli uomini più pericolosi di Atlanta.
Ma quella che è iniziata come un'operazione di lavoro, si trasforma ben presto in un sentimento nuovo e pericoloso.
Saprà non lasciarsi accecare dai suoi sentimenti per Clare e non manomettere la sua missione? Ma ben più importante, saprà riconquistare la fiducia di Clare?




Transfer ha confermato la bravura della Martinez nel catalizzare l'attenzione del lettore in ben due volumi. Ritroviamo la coppia Romand ed Elisabeth (la mia preferita), permettendoci così di avere un occhio nella loro vita di nuovo come marito e moglie. 
Tra colpi di scena e sospiri, seguiamo il viaggio di Clare nella scoperta di quello che è veramente l'amore: rispetto, devozione, dolcezza. 
Una trama ben congegnata, mai banale, fino all'epilogo. Una duologia che consiglio assolutamente.





Nessun commento:

Posta un commento